Ogni Cosa, Dovunque!
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 risposta a 15 domande su "La malignità di questa mia sorta" di Niccolò Machiavelli

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Milkino
Intermedio
Intermedio
avatar

Maschio Messaggi : 55
Occupazione/Hobby : Studente/cazzeggiare col pc o cazzeggiare in generale e gioco a pallavolo
Umore : Sempre contento!!

MessaggioTitolo: risposta a 15 domande su "La malignità di questa mia sorta" di Niccolò Machiavelli   19/4/2011, 11:42 am

questo è specialmente x nemrot11 k deve conseganrlo domani Razz ma ank x tutti voi!!

1) Dove si trova Macchiavelli? Perché? Com’è il suo umore?

Macchiavelli si trova nella sua villa dell’Albergaccio, vicino a Firenze, dove è stato esiliato dai Medici che sono tornati a Firenze nel 1512. Il suo umore non è molto buono perché lui è un uomo d’azione e non è molto contento di essere lontano dalla vita di corte.

2) Chi è Francesco Vettori?

Francesco Vettori è l’ambasciatore fiorentino alla corte del papa.

3) Che cosa temeva Macchiavelli non ricevendo posta dall’amico?

Non ricevendo posta dell’amico, Macchiavelli teme che qualcuno abbia detto a Francesco Vettori che lui mostra al altri le lettere che loro due si scambiano in maniera confidenziale, mentre non è vero perché le hanno viste solo un amico comune ( Filippo Casavecchia) e il fratello di Francesco.

4) Cosa dice della Fortuna? Che atteggiamento di deve avere nei suoi confronti?

Macchiavelli dice che la Fortuna vuole fare ogni cosa da sola, quindi è meglio lasciar fare a lei e mettersi da parte ed aspettare che la Fortuna stessa si ritiri e lasci l’iniziativa agli uomini.

5) Cosa ha fatto nel mese di settembre? Cosa fa adesso la mattina?

Ha settembre si è messo a catturare i tordi senza farsi aiutare da nessuno. Adesso che i tordi sono migrati, la mattina va nel bosco a parlare con i taglialegna, più tardi va in un boschetto a leggere qualcosa e poi all’osteria dove parla con quelli che passano.

6) Quali autori legge nel corso della mattina? Ed a mezzogiorno cosa fa?

Nel corso della mattina legge Dante, Petrarca e autori classici minori come Ovidio e Tibullo.
A mezzogiorno va a mangiare a casa a mangiare.

7) Come passa il pomeriggio? Come giudica questi suoi passatempi?

Il pomeriggio ritorna all’osteria e gioca a carte o dadi con l’oste, un macellaio ,un mugnaio e due fornai. Dato che si trova in mezzo a persone volgari e di bassa estradizione sociale, egli sente che si sta abbassando al loro livello.

Cool Alla sera cosa succede? Come cambia il suo atteggiamento? Con chi parla?

Alla sera finalmente Macchiavelli rientra nel suo studio. Si toglie i vestiti sporchi da povero e indossa ricchi abiti per poter parlare con gli scrittori , cioè si immerge nello studio e nella cultura.

9) Cosa ne ha fatto di quello che ha imparato?

Macchiavelli scrive tutto quello che ha imparato dalle sue esperienze e con queste sue
conoscenze sta scrivendo un libro, che si intitola “Il Principe”.

10) Quali argomenti vengono affrontati dal Principe?

Nel libro “Il Principe” Macchiavelli parla di che cos’è il principato, di quante specie di
principato ci sono, di come si conquistano, si tengono o si perdono.

11) Cosa pensa di fare di quest’opera?

Pensa di dedicare questa opera a Giuliano De Medici, figlio di Lorenzo il Magnifico.

12) Come risponde all’invito di Vettori di andarlo a trovare a Roma?

Vettori lo invita ad andare a Roma, ma Macchiavelli dice che lì si trova una famiglia (i Soderini) che era amica sua e apparteneva alla repubblica di Firenze, che era stata spodestata dai medici ed ha paura che i Medici pensino che lui ha contatti con questa famiglia e lo imprigionino di nuovo.

13) Quale problema ha a proposito del presentare la sua opera ai medici?

Non sa se dare la sua opera a Giuliano De Medici personalmente o se fargliela avere tramite qualcun’altro.

14) Cosa lo spinge a consegnarla e cosa lo trattiene?

Macchiavelli pensa che se non gliela dà personalmente qualcun’ altro si prenda il merito della sua opera, ma d’altra parte ha bisogno di lavorare per i medici perchè ha pochi soldi e poi perchè, non lavorando, si sente fuori dal mondo.

15) Cosa si aspetta dai Medici? Cosa desidererebbe? Come giudica il proprio passato?

Egli desidera che i Medici lo prendano a lavorare per loro, perchè egli è un uomo con molta esperienza; inoltre egli è sempre stato un uomo fedele al suo datore di lavoro e continuerebbe ad esserlo anche per i Medici.

Torna in alto Andare in basso
speed
Admin
Admin
avatar

Maschio Messaggi : 418
Occupazione/Hobby : Studente di Informatica

MessaggioTitolo: Re: risposta a 15 domande su "La malignità di questa mia sorta" di Niccolò Machiavelli   5/12/2012, 12:55 pm

oh no! io di macchiavelli non mi ricordo proprio più niente! ?,?
Torna in alto Andare in basso
 
risposta a 15 domande su "La malignità di questa mia sorta" di Niccolò Machiavelli
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» chiarimenti ufficiali sulle lucertole

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
everything iS nOw! :: Scuola :: Italiano-
Vai verso: